Un diario di cose celesti

Chi siamo? Perché?

Qualcosa di nuovo su Chang'e 2 e Toutatis

24 Jan 2013 12:58 AM – Michele Diodati

Emily Lakdawalla, dal suo blog su The Planetary Society, ci informa che il 15 gennaio scorso Han Li, esperta di scienze planetarie dell'Accademia Cinese delle Scienze, ha tenuto una presentazione sulla missione della sonda Chang'e 2. L'occasione è stata l'ottavo meeting della NASA sui corpi minori del sistema solare (SBAG, Small Bodies Assessment Group), organizzato a Washington.

L'importanza della notizia sta nel fatto che, al termine della lunga presentazione, incentrata sulla mappatura della superficie lunare eseguita dalla sonda cinese, Han Li ha mostrato alcune slide che aggiungono qualche informazione e qualche immagine in più al poco documentato appuntamento spaziale del 13 dicembre 2012 tra Chang'e 2 e l'asteroide Toutatis, avvenuto a circa 7 milioni di chilometri dalla Terra.

Purtroppo le immagini riportate di seguito non sono di buona qualità, perché estrapolate dal file PDF della presentazione, nel quale erano state evidentemente incorporate già in forma degradata. Le informazioni ricavabili sono inoltre limitate alle poche spiegazioni fornite in inglese, all'interno di un documento che è redatto per lo più in cinese.

Ecco comunque quel che si riesce a capire.

Il giorno convenuto per il flyby, la fotocamera usata per il monitoraggio dei pannelli solari della sonda Chang'e 2 comincia a scattare immagini per 25 minuti, precisamente tra le 08:20:00 e le 08:45:00 UTC. Esattamente alle 08:30:00 UTC del 13 dicembre 2012 si ha la prima immagine di Toutatis, distante in quel momento 38 km dalla sonda. Ma l'immagine è troncata, come lo sono anche la seconda e la terza, scattate rispettivamente dopo uno e tre secondi. La causa di ciò non è un errore di inquadratura dell'asteroide, ma l'interposizione parziale dei pannelli solari: ciò non è strano, considerato che lo strumento usato per fotografare l'asteroide è usato normalmente proprio per tenere sotto controllo lo stato dei pannelli.

La prima immagine completa di Toutatis si ha alle 08:30:04 UTC, quando l'asteroide si trova a 85 km dalla sonda. L'ultima immagine in cui l'asteroide è visibile è scattata alle 08:30:55 UTC, quando Toutatis si trova ormai a 685 km di distanza. Tra la prima e l'ultima immagine intercorrono solo 55 secondi, nel corso dei quali la sonda e l'asteroide si sono allontanati reciprocamente di quasi 650 km: più o meno la distanza che separa Milano da Napoli in linea d'aria. La velocità relativa di Chang'e 2 rispetto a Toutatis, ricavata da questi dati, era di circa 42.350 km/h.

Le distanze citate tuttavia – avverte una nota nella presentazione – sono provvisorie e richiedono una revisione basata sull'analisi della telemetria. Sono state ricavate, infatti, per approssimazione, confrontando le dimensioni apparenti dell'asteroide con le misure note, calcolate in base a immagini radar acquisite nel corso di vari anni dai radiotelescopi di Arecibo e Goldstone.

Ciò che emerge da una prima analisi dei dati è che il modello tridimensionale dell'asteroide desunto dalle immagini radar corrisponde in buona approssimazione alle caratteristiche fotografate da Chang'e 2, ma con alcune differenze importanti. Le foto della sonda cinese evidenziano infatti lobi e concavità sfuggiti ai radiotelescopi. Ulteriori studi saranno necessari per definire al meglio le caratteristiche morfologiche di Toutatis (crateri, rilievi, striature) e rifinire i dati su albedo, colore, massa, gravità e rotazione.

La copertina della presentazione tenuta da Han Li il 15 gennaio 2013 all'ottavo meeting SBAG di Washington

La copertina della presentazione tenuta da Han Li il 15 gennaio 2013 all'ottavo meeting SBAG di Washington

La mappa del viaggio compiuto dalla sonda Chang'e 2. Partita dalla Terra il 1° ottobre 2010, ha orbitato intorno alla Luna fino a giugno 2011, realizzando un'accuratissima mappatura della superficie lunare. Si è poi diretta verso il punto lagrangiano L2, che ha raggiunto il 25 giugno 2011. Ad aprile 2012 ha lasciato L2 per dirigersi all'appuntamento con l'asteroide 4179 Toutatis, incrociato con successo il 13 dicembre 2012

La mappa del viaggio compiuto dalla sonda Chang'e 2. Partita dalla Terra il 1° ottobre 2010, ha orbitato intorno alla Luna fino a giugno 2011, realizzando un'accuratissima mappatura della superficie lunare. Si è poi diretta verso il punto lagrangiano L2, che ha raggiunto il 25 giugno 2011. Ad aprile 2012 ha lasciato L2 per dirigersi all'appuntamento con l'asteroide 4179 Toutatis, incrociato con successo il 13 dicembre 2012

La distribuzione dei cinque punti lagrangiani del sistema Terra-Sole. Il punto L2 si trova dal lato opposto del Sole rispetto alla Terra e al di là dell'orbita lunare

La distribuzione dei cinque punti lagrangiani del sistema Terra-Sole. Il punto L2 si trova dal lato opposto del Sole rispetto alla Terra e al di là dell'orbita lunare

Toutatis è un NEA (Near-Earth Asteroid) appartenente alla categoria di quelli che attraversano l'orbita di Marte, come mostra il grafico NASA qui riprodotto

Toutatis è un NEA (Near-Earth Asteroid) appartenente alla categoria di quelli che attraversano l'orbita di Marte, come mostra il grafico NASA qui riprodotto

L'immagine in alto raccoglie una serie di viste di Toutatis ottenute da osservazioni radar successive che ne hanno catturato la rotazione. L'immagine in basso mostra i modelli tridimensionali dell'asteroide che si ricavano dalle immagini radar
L'immagine in alto raccoglie una serie di viste di Toutatis ottenute da osservazioni radar successive che ne hanno catturato la rotazione. L'immagine in basso mostra i modelli tridimensionali dell'asteroide che si ricavano dalle immagini radar

L'immagine in alto raccoglie una serie di viste di Toutatis ottenute da osservazioni radar successive che ne hanno catturato la rotazione. L'immagine in basso mostra i modelli tridimensionali dell'asteroide che si ricavano dalle immagini radar

La prima, la terza e la quarta immagine di Toutatis scattate da Chang'e 2, rispettivamente alle 08:30:00 UTC, alle 08:30:03 UTC e alle 08:30:04 UTC del 13 dicembre 2012. In questi quattro secondi la distanza tra la sonda e l'asteroide è aumentata da 40 a 90 km circa
La prima, la terza e la quarta immagine di Toutatis scattate da Chang'e 2, rispettivamente alle 08:30:00 UTC, alle 08:30:03 UTC e alle 08:30:04 UTC del 13 dicembre 2012. In questi quattro secondi la distanza tra la sonda e l'asteroide è aumentata da 40 a 90 km circa
La prima, la terza e la quarta immagine di Toutatis scattate da Chang'e 2, rispettivamente alle 08:30:00 UTC, alle 08:30:03 UTC e alle 08:30:04 UTC del 13 dicembre 2012. In questi quattro secondi la distanza tra la sonda e l'asteroide è aumentata da 40 a 90 km circa

La prima, la terza e la quarta immagine di Toutatis scattate da Chang'e 2, rispettivamente alle 08:30:00 UTC, alle 08:30:03 UTC e alle 08:30:04 UTC del 13 dicembre 2012. In questi quattro secondi la distanza tra la sonda e l'asteroide è aumentata da 40 a 90 km circa

L'intera sequenza delle immagini di Toutatis acqusite da Chang'e 2. Le misure espresse in metri che si trovano sopra l'indicazione degli orari si riferiscono presumibilmente alla risoluzione delle immagini, che varia in base alla distanza. Al massimo avvicinamento la risoluzione è di 4,6 metri per pixel; alla distanza di 685 km, la risoluzione scende fino a 83 metri per pixel

L'intera sequenza delle immagini di Toutatis acqusite da Chang'e 2. Le misure espresse in metri che si trovano sopra l'indicazione degli orari si riferiscono presumibilmente alla risoluzione delle immagini, che varia in base alla distanza. Al massimo avvicinamento la risoluzione è di 4,6 metri per pixel; alla distanza di 685 km, la risoluzione scende fino a 83 metri per pixel

Il confronto tra l'immagine di Toutatis acquisita da Chang'e 2 (a sinistra) e il modello tridimensionale ricavato dalle immagini radar (al centro) permette di apprezzare le differenze, evidenziate nell'immagine a destra con aree di colore più chiaro

Il confronto tra l'immagine di Toutatis acquisita da Chang'e 2 (a sinistra) e il modello tridimensionale ricavato dalle immagini radar (al centro) permette di apprezzare le differenze, evidenziate nell'immagine a destra con aree di colore più chiaro

Una scheda con i dati scientifici noti sull'orbita e la rotazione di Toutatis, riportata nella presentazione di Han Li

Una scheda con i dati scientifici noti sull'orbita e la rotazione di Toutatis, riportata nella presentazione di Han Li

Riferimenti

Tag: asteroidi, Toutatis, Chang'e 2, articoli, gallerie

Condividi post

La tua opinione

comments powered by Disqus
Powered by Disqus
Condividi questa pagina Facebook Twitter Google+ Pinterest
Segui questo blog